L’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate: tra esperienza, normativa e prassi. Il modello bresciano di politiche partecipate del lavoro

Mercoledì 8 giugno si è tenuta nella sala Libretti del giornale di Brescia la presentazione del libro “L’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate: tra esperienza, normativa e prassi. Il modello bresciano di politiche partecipate del lavoro”, edito da Liberedizioni, a cura di Pietro Moro, Massimo Olivari e Francesca Scarpato.

La pubblicazione descrive un’esperienza collaborativa tra enti locali e mondo cooperativo, nata nel 2018 con l’obiettivo di redigere gli indirizzi operativi per gli appalti riservati ai sensi dell’art. 112 del Codice dei Contratti Pubblici.

Il volume può offrire spunti alle Pubbliche Amministrazioni “per programmare in modo corretto e lungimirante politiche e azioni volte all’integrazione sociale e lavorativa di tutte le persone con difficoltà e con svantaggi anche gravi dovuti alle condizioni fisiche, mentali, sociali e ambientali, proprio in un tempo in cui le grandi trasformazioni indotte dalla transizione ambientale, dall’irrompere della tecnologia e della digitalizzazione nei processi produttivi, rischiano di provocare ulteriori esclusioni dal mercato del lavoro o d’impedirne l’accesso a troppe persone”. Allo stesso tempo può sicuramente essere uno strumento prezioso per le stesse cooperative sociali, “per muoversi all’interno delle norme del Codice dei Contratti Pubblici, coniugando al meglio l’aspetto produttivo con il rispetto della persona, delle sue difficoltà, capacità e potenzialità, mantenendo ben saldo lo spirito originario che le vuole capaci di generare valore e coesione per le proprie comunità e per le persone e le famiglie – tutte – che le abitano”.

pagina 77 del volume che potete scaricare in calce è descritta l’esperienza della manutenzione del verde con il comune di Brescia che ha visto coinvolte molte nostre cooperative come leva dell’inclusione sociale e lavorativa, contribuendo in modo diretto a creare condizioni favorevoli all’inserimento  di soggetti svantaggiati.